Media Key

Trasporto intermodale: Citymapper lancia la possibilità di spostarsi combinando mezzi pubblici e taxi

Da oggi, con la nuova funzionalità di Citymapper è possibile provare un concetto innovativo del trasporto intermodale, in particolare la combinazione dei taxi con i mezzi pubblici.

Il SuperRouter di Citymapper rende tutto questo possibile suggerendo all’utente, ad esempio, qual è la stazione migliore per scendere dal treno per poi salire su un taxi e raggiungere la propria destinazione nel minor tempo possibile.

L’intenzione è di combinare i vantaggi dei trasporti pubblici e quelli dei taxi, aiutando l’utente a raggiungere la destinazione velocemente, con costi ridotti. A volte i treni rappresentano un mezzo di trasporto più veloce rispetto alle auto per arrivare in un luogo, ma altre volte queste ultime si possono rivelare la soluzione migliore in termini di tempo risparmiato e di spesa. Però, se si creano dei percorsi ad hoc, in cui viene previsto sia l’uso del treno (o degli altri mezzi pubblici) che l’utilizzo delle auto (come i taxi), il viaggio diventa ancora più veloce.

Queste dinamiche servono per connettere al meglio i diversi luoghi delle città, considerato che alcune zone della città non sono ben collegate con i trasporti pubblici e la combinazione di differenti mezzi aiuta a estendere la rete ancora di più.

Esempi di trasporto intermodale per le città di Milano e Roma (indicati su Citymapper)
Partenza dal centro di Milano per andare all’IKEA di San Giuliano: è possibile arrivare nel luogo prestabilito in poco più di 40 minuti usando la M3 fino a Rogoredo e Uber. Utilizzando solo i mezzi pubblici, invece, si può arrivare a destinazione in 78 minuti.

Partenza dall’Eur a Roma per raggiungere l’Ospedale Bambino Gesù: è possibile raggiungere la destinazione in 50 minuti usando la Metro B fino a Piramide e poi scegliendo la soluzione Uber. Solo con i mezzi pubblici, invece, la durata del percorso corrisponde a 70 minuti.