Media Key

Nuova organizzazione per Condé Nast

Il futuro delle media companies dipende dalla qualità dei contenuti che producono, qualità che è più che mai in grado di fare la differenza sia sulla carta che nelle proposizioni digitali. Perché audience e clienti sempre più consapevoli dimostrano ogni giorno di sapere e volere scegliere fra le tante offerte che affollano i mercati della comunicazione.
 
Per questo motivo è sempre più cruciale trovare un equilibrio virtuoso tra costi e ricavi in modo da poter investire, in continuità, sulla qualità dei nostri prodotti e delle nostre proposizioni. Siamo consapevoli che solo con investimenti coerenti e selettivi saremo in grado di assicurare ai nostri TOP BRANDS le risorse necessarie a garantirne la leadership presente e, soprattutto, futura.
 
In questa ottica vanno considerate le decisioni che seguono:
 
Luca Dini, che ha pilotato e garantito per undici anni la leadership di Vanity Fair, assume la responsabilità di Direttore Editoriale di tutti i brand Condè Nast, con l'obiettivo di coordinare insieme a noi la strategia editoriale del gruppo, promuovere la qualità dei contenuti e sviluppare nuovi progetti.
 
Daniela Hamaui, che proviene da diversificate esperienze giornalistiche – presso Rizzoli, Mondadori e Repubblica dove ha creato e diretto D e per otto anni, prima donna in Italia, ha diretto L’Espresso – assume la responsabilità di Editor in Chief di Vanity Fair.
 
I nuovi incarichi saranno effettivi a partire dal 1° maggio 2017.