Media Key

Maggioli Editore presenta “I social network nella P.A.”

La Pubblica Amministrazione, nel corso degli ultimi anni, si è trovata a rincorrere paradigmi e stili di vita associati al digitale, che tuttavia scarsamente ha compreso e raramente ha adottato.

Ora che la crisi economico-finanziaria e istituzionale impone rigore e ricerca di alternative modalità di lavoro ed erogazione dei servizi, è quanto mai ineludibile il ricorso alle vie del web: le P.A. che non sapranno mettere in discussione le loro norme e procedure interne per adattarle a questa nuova realtà, rischiano di segnare ancora più marcatamente la distanza fra cittadini e istituzioni.

Il testo propone i modelli che hanno favorito la crescita della partecipazione e della democrazia elettronica, analizzando poi le buone pratiche internazionali dove questi fenomeni hanno convinto le istituzioni a porsi in una posizione di ascolto e collaborazione verso i social network come Facebook e Twitter. 
Vengono illustrati i servizi già maturi e più diffusi che un’amministrazione pubblica può adottare da subito e senza costo, e i vantaggi per i cittadini derivanti dall’adozione di queste pratiche social. 
Viene tracciata, inoltre, una road map che indica all’operatore, passo dopo passo, le procedure da seguire e i casi di successo a cui ispirarsi.

Nel testo, attraverso interviste in cui vengono spiegate le modalità di realizzazione del servizio, viene data voce ai protagonisti, quelli, spesso incompresi, che hanno saputo raccogliere la sfida dell’innovazione. 


Infine, le note a piè di pagina aiutano chi si stia avvicinando per la prima volta all’argomento o desideri comprendere meglio sigle, acronimi e inglesismi che, nel mondo digitale, a torto o a ragione, dominano lo scenario di riferimento.