Media Key

Il Premiolino 2015: il premio giornalistico più antico d’Italia

Si è tenuta ieri sera (29 giugno) a Palazzo Marino, storica sede del Comune di Milano, la cerimonia di premiazione della 55esima edizione de Il Premiolino. Il gusto della sincerità, il premio giornalistico più antico d’Italia promosso da 10 anni da Birra Moretti.

Ancora una volta, come da tradizione, la storica Sala Alessi è diventata il palcoscenico ideale per rendere omaggio alle migliori firme delle nostre redazioni e alle più apprezzate realtà editoriali. Nato a Milano nel 1960, il premio è destinato, come recita il regolamento: “alle espressioni del giornalismo scritto, radiofonico o televisivo che si siano particolarmente distinte per varietà e originalità dei contenuti, per pregi professionali e formali, e soprattutto per la volontà di testimoniare la realtà, impegno primario di ogni giornalista libero, non condizionato da qualsiasi influenza esterna”.

Questi i premiati del 2015

• Mattia Feltri – Brillante editorialista e inviato de La Stampa, quotidiano di Torino, su cui scrive dal 2005 e di cui è stato a capo della redazione romana. Per la medesima testata firma oggi una rubrica molto seguita dal titolo ‘Paesi e Buoi’. Vince Il Premiolino 2015 per la sezione quotidiani.

• Alessandra Sardoni – Inviata del TG de La7, esperta cronista politica, si è distinta per le dirette, in particolare in occasione dell’elezione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Per la stessa rete ha condotto talk show di attualità. Dal 2012 fino all’aprile del 2015 è stata (prima donna a ricoprire tale carica) presidente dell’Associazione Stampa Parlamentare. A lei Il Premiolino per la sezione TV.

• Scarp de’ tenis, Il mensile della strada - Il giornale non profit che, sostenuto dalla Caritas Ambrosiana, tratta temi di disagio e di emarginazione si aggiudica il riconoscimento per la sezione periodici. Nata nel 1994, la testata è ispirata al titolo della celebre canzone di Enzo Jannacci (El purtava i scarp de' tenis). Ritira il premio il direttore della testata, Stefano Lampertico.

• Antonio Troiano – La Lettura – Dopo gli esordi giornalistici a Torino, si trasferisce a lungo negli Stati Uniti. Rientrato in Italia, a Milano, nel 1987 inizia a collaborare con il ‘Corriere della Sera’, lavorando in quasi tutte le redazioni. Dal 2007 è responsabile della Redazione Cultura e dal 2011 anche del supplemento domenicale “La Lettura”, affermatosi come testata culturale di riferimento nel panorama editoriale. Vince Il Premiolino per la sezione periodici.

• Piera Detassis – Direttore di Ciak, il mensile che racconta con interviste, anteprime, approfondimenti il mondo del cinema. Laureata in Storia e Critica del cinema, è autrice di numerosi saggi e volumi, tra cui Il cinema di Antonio Pietrangeli (Marsilio), Lamerica, scritto con Gianni Amelio (Einaudi) e il libro Caro diario (Centro Studi Eoliano). A lei Il Premiolino per la sezione periodici.

• Good Morning Italia – Sotto la guida di Beniamino Pagliaro, una squadra di giornalisti indirizza ogni mattina al suo pubblico di lettori, via e-mail o tramite app, una selezione dei più importanti fatti del giorno, tratti dai maggiori quotidiani e dai principali siti italiani e stranieri. All’intera redazione va il Premio per la sezione Web/New Media.

• Jamie Oliver Magazines and Broadcasting – Il Premio Birra Moretti per la Diffusione della Cultura Alimentare va alla squadra del gruppo editoriale che fa capo a Jamie Oliver, cuoco, anchorman, giornalista e imprenditore inglese noto in tutto il mondo. Riviste, libri, trasmissioni TV, app e canali digitali. Ma anche campagne sociali rivolte soprattutto ai giovani: da quasi 20 anni il gruppo promuove in oltre 200 Paesi una corretta food education. Un impegno a 360° teso a trasformare (in meglio) le abitudini alimentari di questo terzo millennio. Significativo che nell’anno di Expo Milano 2015 (di cui Birra Moretti è Official Beer Partner), per la prima volta questo specifico riconoscimento venga assegnato a una realtà non italiana.