Media Key

Il made in italy firmato Polli conquista il mercato francese

Polli debutta sul mercato francese con una produzione che supera le 20.000 tonnellate di verdure, più di 60 milioni di vasi e 8 milioni di vaschette prodotti in un anno, che danno vita ad una ricchissima gamma di prodotti in grado di soddisfare qualsiasi esigenze di consumo. La  storica azienda toscana, da oltre 140 anni leader nel settore delle conserve vegetali e già presente in circa 40 Paesi, entra così in oltre 150 negozi in tutta Francia, conquistando primo fra tutti il gruppo de le Galeries Lafayette, simbolo della grande distribuzione francese di qualità in tutto il mondo. Un progetto ambizioso che la F.lli Polli mira a implementare con alcune iniziative di comunicazione, tra cui un sito realizzato ad hoc per il Paese (www.polli.fr) e attività dedicate al consumatore finale.

Polli si fa strada nel mercato francese grazie all’ingresso nel prestigioso circuito di grandi magazzini. È entrato, infatti, all’interno dei 3 negozi Lafayette Gourmet d’Oltralpe: oltre allo storico e prestigioso Boulevard Haussmann a Parigi, le conserve ‘Made in Italy’ sono presenti anche nel grande magazzino del Cap 3000 vicino a Nizza e in quello alla Borsa a Marsiglia. Ad essere selezionate sono state le due gamme Antipasti (sottoli) e dei Caviar de légumes (bruschette), composte in totale da otto prodotti. Una scelta, tra l’attuale produzione di ben 380 referenze, che è frutto di un monitoraggio costante dei mercati di riferimento, unito a un lavoro di marketing ed R&S di questa azienda nata nel 1872 dallo spirito imprenditoriale di Fausto Polli.

“Essere scelti da uno dei templi della grande distribuzione come le Galeries Lafayette è per noi un grande onore – afferma Gérard Franzin, Direttore Marketing della Fratelli Polli S.p.a- e rappresenta un piccolo passo verso uno sviluppo più capillare all’interno del territorio francese. Ad attrarre il mercato d’Oltralpe sono l’alta qualità dei prodotti realizzati direttamente in Italia, il packaging caratteristico e la nostra ampia offerta, tutti elementi che ci permettono di essere considerati dei produttori italiani d’eccellenza”.
La presenza dei prodotti a marchi Polli posizionati all’interno della “catena gourmet” è, dunque, solo un punto di partenza per una più completa conquista del mercato francese, da sempre attento alle eccellenze gastronomiche del Bel Paese. La F.lli Polli, infatti, trionfa sul territorio  raggiungendo oltre 150 negozi di alcune delle catene più diffuse in Francia: Leclerc, Intermarché e Système U. Un numero che, stando alle previsioni, dovrebbe crescere ampiamente entro la fine dell’anno.

Una sfida affascinante e ambiziosa per l’azienda Polli e per Gérard Franzin, Direttore Marketing della Fratelli Polli S.p.a e Responsabile per il mercato francese, che spiega così le differenze fra il mercato italiano e quello francese: “Anche se i due Paesi sono vicini e si stima che in Francia ci siano 4 milioni di persone che abbiano origine italiane, pari al 7% della popolazione totale francese, la conoscenza dei prodotti italiani e loro abitudine di consumo sono totalmente diversi. Per esempio, se in Italia i sottoli sono parte del patrimonio gastronomico quotidiano, in Francia sono prodotti inusuali e spesso quindi non si sa come o quando usarli. Un esempio tra tutti: in Italia non si trovano molto i pomodori secchi sottoli nella GDO, in Francia se ne vendono più di 3 mio di vasi all’anno. E nell’ 80% dei casi, si usano per condire le insalate. È evidente, quindi, che le abitudini tra i due Paesi sono molto diverse e, di conseguenza, anche il nostro approccio lo sarà”.

Nonostante le diversità, la cucina italiana è da tempo integrata nel panorama francese, basti pensare che i francesi sono i secondi più grandi consumatori di pasta in Europa, dopo gli italiani ovviamente. Inoltre, il mercato per i prodotti italiani di qualità sta crescendo grazie alla vicinanza geografica e, dunque, ad alcune agevolazioni logistiche nell’esportazione. Una serie di variabili che hanno portato la Polli a vedere la Francia come punto di partenza per una diffusione internazionale.

Un rapporto quello tra Polli e la GDO iniziato negli anni ’60, periodo in cui l’azienda toscana diede avvio al processo di specializzazione nei settori dei sottaceti, dei sottoli, delle olive e degli antipasti ponendo in Toscana, per la precisione a Monsummano, le basi di un percorso che l’avrebbe fatta diventare una delle aziende leader nel panorama dell’agro-alimentare.
Lo stabilimento di Monsummano è oggi il più importante del gruppo Polli, estendendosi su una superficie di circa 27.000 mq di cui 17.000 coperti, con una capacità produttiva di 38.000 vasi confezionati in un’ora e una lavorazione annua di oltre 17.500 tonnellate di materie prime alimentari. Una mole di lavoro che dà occupazione a ben 105 dipendenti soltanto all’interno dello stabilimento; numero che diventa sicuramente più alto se si considerano tutte le persone coinvolte nelle successive fasi di produzione, dai fornitori delle materie prime fino agli operatori della logistica, e che costituiscono una realtà importante nel tessuto economico della regione.

Per replicare questo successo e trasferirlo nel mercato francese, Polli ha già messo in piedi alcune iniziative di comunicazione e marketing, come ad esempio  attività promozionali di degustazioni nei vari punti vendita,  e creato un sito ad hoc (www.polli.fr)  dove il consumatore può ritrovare tutte le informazioni sui prodotti e i relativi punti vendita, ma anche le ricette scritte da chef stellati internazionali, ed ancora  Carnets de voyage per invitare i consumatori a viaggiare in Italia.
“Siamo consapevoli di non essere i primi ad arrivare sul mercato francese - continua Gérard Franzin - per questo è essenziale differenziarci dall’offerta attuale, proponendo una gamma di circa 30 referenze tra prodotti classici ed innovativi. Tutti, ovviamente, aventi come comun denominatore  l’autenticità  del made in Italy e soprattutto la tradizione familiare, portate avanti oggi dalla 6° generazione della famiglia Polli”.

Ogni singolo prodotto delle due gamme scelte per la distribuzione gourmet delle Galeries Lafayette, così come l’intera produzione, è innanzitutto frutto di un sistema che coinvolge persone, tecnologie, materiali e processi in costante sviluppo che hanno come unico obiettivo l’assoluta affidabilità nel rispetto delle esigenze del consumatore e del trade. Il controllo di tutta la filiera produttiva, l’accurata selezione delle migliori materie prime, i sistemi evolutivi di confezionamento e il gusto e la genuinità della vasta gamma di prodotti Polli tipici della tradizione culinaria italiana, sono testimonianza indiscussa della qualità e dell’amore che la Polli ha da sempre avuto per la propria attività, tanto da renderla una tra le più importanti aziende del panorama agro-alimentare italiano e internazionale.