Media Key

Anie all’Iran Interntional Renewable Energy Lighting & Energy Saving Exhibition – Teheran, 24-27 febbraio 2017

ICE-Agenzia, in collaborazione con ANIE, organizzerà la partecipazione collettiva italiana alla nona edizione dell’Iran International Renewable Energy, Lighting & Energy Saving Exhibition, in programma a Teheran, in Iran, dal 24 al 27 febbraio 2017. A condizioni economiche particolarmente vantaggiose, le aziende del settore potranno partecipare alla fiera usufruendo di una postazione aziendale allestita in open space e del centro servizi di ICE-Agenzia. La presenza delle aziende italiane in fiera sarà inoltre supportata da azioni promozionali sulla stampa specializzata del settore e dalla realizzazione di una brochure della collettiva italiana.

La fiera dedicata alle Energie Rinnovabili rappresenta la prima di una serie di iniziative che ANIE ha previsto sul mercato iraniano nell’ambito del piano di attività internazionali programmate per il 2017, che vedrà la Federazione impegnata nella promozione dell’industria italiana fornitrice di tecnologie sui mercati esteri attraverso 27 iniziative in 18 diversi Paesi selezionati tra quelli a maggiore potenziale di crescita. Il percorso di iniziative con Focus Iran proseguirà nel corso del 2017 con altre azioni promozionali di follow up a supporto delle imprese italiane sul mercato iraniano.

Le aziende interessate a partecipare alla Iran International Renewable Energy, Lighting & Energy Saving Exhibition possono inviare l’iscrizione entro il 16 gennaio 2017 ai riferimenti indicati all’interno della Circolare promozionale disponibile sul sito di ANIE all’indirizzo goo.gl/Gznlus. In considerazione della disponibilità limitata di posti, l’ammissione all’iniziativa avverrà sulla base dell’ordine di arrivo delle richieste e fino a esaurimento dello spazio disponibile, per un massimo di 10 aziende.

Andrea Maspero, vice presidente ANIE per l’internazionalizzazione, ha dichiarato: “Negli ultimi anni è cresciuto l’interesse dell’Iran verso lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili, che ancora oggi rappresentano una quota ancora marginale nel mix di energia prodotta nel Paese, con più dell’80% della produzione dell’energia elettrica originata da idrocarburi. Riteniamo che l’Iran sia un Paese ottimale per l’utilizzo delle fonti sia solare che eolica, con un significativo potenziale nel geotermico, nell’idroelettrico e nelle biomasse, grazie alla possibilità di utilizzo delle risorse provenienti da allevamento animale. L’obiettivo dell’Iran è di raggiungere una produzione elettrica da fonte rinnovabile del 5% sul totale della produzione nazionale, grazie a un piano di investimenti che si svilupperà nei prossimi cinque anni e che prevede la realizzazione di nuovi impianti con una potenza complessiva di 5 GW. Tutte queste condizioni aprono interessanti opportunità che le aziende del nostro Paese potranno cogliere, anche grazie al supporto di ANIE”.

L'industria italiana delle Energie Rinnovabili - L’industria italiana fornitrice di tecnologie per le fonti energetiche rinnovabili – espressione nel 2015 di un volume d’affari complessivo pari a 3,7 miliardi di euro – ha maturato nel mercato italiano una esperienza tecnologica qualificata e sta oggi guardando con crescente interesse alle opportunità offerte dai mercati esteri più dinamici. Grazie a un contesto normativo favorevole e a un’accresciuta sensibilità verso i temi della sostenibilità energetica e ambientale, nell’ultimo decennio in Italia è andato strutturandosi un articolato comparto di imprese attive nel mercato delle fonti energetiche rinnovabili, che vede accanto a grandi operatori la presenza di un articolato numero di micro, piccole e medie imprese portatrici di un’offerta tecnologica specializzata e diffuse in modo capillare sul territorio italiano. Nel 2015 le esportazioni di tecnologie per le rinnovabili hanno registrato un incremento pari al 6,2%. A fronte della maggiore debolezza del mercato interno, nel periodo più recente le imprese attive in Italia hanno avviato importanti strategie di internazionalizzazione rivolte sia all’area europea sia ai mercati extra UE, in particolare nei Paesi in cui sussistono schemi di incentivazione o contratti di vendita di energia elettrica basati su Power Purchase Agreement (PPA).