Media Key

Amadori sostiene Food For All! E partecipa attivamente al dibattito di Milano Food City 2017 sul futuro dell’alimentazione

In occasione di Milano Food City 2017, il più grande evento italiano legato al food in programma dal 3 al 11 maggio a Milano, a due anni dalla conclusione di Expo Milano 2015, Amadori è orgogliosa di offrire il proprio contributo a Food For All!, il programma culturale della  Fondazione Giangiacomo Feltrinelli per promuovere il confronto e la partecipazione su grandi sfide globali quali il diritto al cibo e la sostenibilità delle produzioni agroalimentari.

Amadori prenderà parte ai tavoli multistakeholders in programma il giorno inaugurale e al “solutionlab” dal titolo “Come si nutre il pianeta in modo sostenibile” in programma il pomeriggio del 4 maggio.

Inoltre, Amadori è partner dell’evento inaugurale di Milano Food City promosso dal Comune di Milano dal titolo “All For Food! Piusiamopiudoniamo" in programma la sera del 3 maggio, mettendo a disposizione i propri prodotti per la raccolta di derrate alimentari, che saranno donate alle associazioni che sostengono i più bisognosi.

 “Abbiamo aderito con entusiasmo a questa iniziativa – dichiara Massimo Romani, Amministratore Delegato di Amadori -  con la voglia di prendere parte al dibattito sull’alimentazione ma anche di ascoltare le opinioni di addetti ai lavori e cittadini, con l’obiettivo di cogliere i profondi cambiamenti in atto, evoluzioni che Amadori interpreta sviluppando sistemi produttivi sempre più sostenibili”.

“La nostra azienda – continua Romani - sta infatti vivendo un momento di grande trasformazione: grazie ad un corposo piano di investimenti di oltre 200 milioni di euro nei prossimi 5 anni in tutta la filiera, Amadori sta dando il via ad un nuovo percorso, che vedrà l’azienda protagonista di una vera innovazione nel mercato avicolo”.
Sicurezza alimentare, benessere animale e profili nutrizionali equilibrati sono infatti valori che sempre più guidano la spesa degli italiani. Amadori ha voluto dare una risposta concreta a queste nuove istanze con il lancio di nuovi prodotti, tra cui il pollo Campese allevato all’aperto senza uso di antibiotici, alimentato con mangime no OGM e lavorato solo con energia proveniente da fonti rinnovabili: un risultato straordinario, che è stato possibile grazie all’esperienza di una grande azienda con oltre 40 anni di attività nel settore.