Media Key

AFI – una campagna vendite che vola a doppia cifra (+16%)

Alea Fashion Industries chiude la campagna vendite FW 17/18 con un incremento sul fatturato del 16% rispetto alla scorsa stagione invernale. I ricavi del 2016 si sono chiusi a quota 14,9 milioni di euro, e il board aziendale stimava una crescita del 14% per il 2017. Inoltre l'incidenza del mercato estero era pari al 25 % per il fatturato 2016 e prevede di essere pari al 28% per il 2017.

Dopo il successo riscontrato nell'edizione dello scorso gennaio di Pitti Immagine Uomo, ALEA l'house-brand appartenente a AFI (ricordiamo che AFI vanta un portfolio clienti in licenza e in partnership quali: Tommy Hilfiger, Ungaro, Carlo Pignatelli, Michael Kors e Calvin Klein) è forte di una chiusura vendite per la stagione FW 17/18 con un incremento del 7%.

Come previsione per l'anno in corso, l'espansione nel Nord Europa è una priorità senza dimenticare l'importanza di allargarsi anche sul mercato asiatico.
L'anno 2017 segna un anniversario importante per l'azienda che ha in serbo moltissimi progetti da sviluppare nel prossimo futuro e la messa a punto del rilancio del brand al fine di meglio identificare il suo target di riferimento: un uomo “non convenzionale”. Alea, forte del suo know-how sviluppato dal lontano 1952, crea camicie di alta qualità e dal fit perfetto per l'uomo contemporaneo e trasversale che predilige un aspetto smart ma pur sempre confortevole. Il lancio di una capsule collection con un chiaro riferimento al mood giapponese, principalmente orientata verso l'export, è stata posizionata nei migliori stores.