Media Key

Rhea Vendors Group è pronta all’evoluzione verso il New Retail abilitata dalla tecnologia 5G

La tecnologia 5G è in grado di abilitare tutta una serie di applicazioni innovative quali la mobilità connessa, la medicina a distanza, la robotica collaborativa, la gestione in tempo reale delle città intelligenti. Anche i settori del food e del fashion, di cui l’Italia è simbolo di eccellenza, subiranno una rivoluzione con il 5G, e molte delle soluzioni così dette di “smart retail” entreranno nell’ordine del giorno, aprendo a esperienze di acquisto sempre più personalizzate e omnicanale.

Rhea sta già lavorando con i principali partner tecnologici leader nel 5G per sviluppare soluzioni che, sfruttando le prestazioni della nuova banda a bassa latenza, offriranno grandi opportunità per il settore del vending, e non solo per la distribuzione automatica del Food&beverage. Questa evoluzione del vending riguarda il retail, gli spazi di co-working fino, più in generale, tutte le soluzioni di distribuzione automatica che caratterizzeranno le città del futuro. 

“Rhea è impegnata da anni in soluzioni che oltrepassano i confini tradizionali del vending. laRhea goes Coffee Shop, ad esempio, è un concept che abbiamo lanciato l’anno scorso che può essere declinato per qualsiasi ambiente e tipologia di consumatore grazie all’elevata possibilità di personalizzazione. Creare dei corner di distribuzione automatica all’interno di un negozio fisico, o nei più moderni complessi residenziali e commerciali, significa aggiungere valore al servizio quando la qualità del prodotto e il design della macchina rispecchiano, o a volte superano, le aspettative del target a cui ci si rivolge. Senza dimenticare che già nel 2015 abbiamo sperimentato il riconoscimento biometrico, che ha visto la macchina diventare un punto di comunicazione assolutamente innovativo. Il 5G ci consentirà di esplorare e integrare sulla macchina nuove esperienze multisensoriali e di cross-selling, come ad esempio succede già in Cina” commenta Andrea Pozzolini, CEO di Rhea Vendors Group

L’apertura di una filiale in Cina all’inizio dell’anno conferma ulteriormente l’impegno di Rhea di essere presente in un paese oggi leader indiscusso nella tecnologia 5G. L’esperienza sul mercato cinese e le collaborazioni che si attiveranno anche a livello locale consentiranno a Rhea di accelerare il processo di sperimentazione dell’azienda sul tema 5G.

Degli scenari futuri delineati dalla tecnologia mobile 5G si è parlato anche nel corso dell’evento 5GItaly promossa dal CNIT, in cui Andrea Pozzolini, CEO di Rhea Vendors Group ha partecipato con un panel sullo “Smart Retail” insieme a Pietro Candela, Head of Business Development Italy di Alipay, Stefano Rizzi, Country Manager Global Blue Italia e moderato da Claudia Vernotti, Director of ChinaEU.

“Guardiamo a nuovi mercati sempre mettendo al centro il cliente, con cui lavoriamo fianco a fianco per sviluppare soluzioni tailor made e iperconnesse. Il 5G abiliterà nuove funzionalità determinando una rivoluzione del vending non solo tecnologica ma anche culturale. La nostra mission è elevare la qualità del servizio, dal miglior caffè in tazza alla distribuzione automatica di qualsiasi prodotto di cui la macchina deve garantire, appunto, la qualità. E la tecnologia oggi ci consente di farlo, permettendoci di offrire un’esperienza multisensoriale e soprattutto personalizzata.” conclude Pozzolini  

Il new retail rappresenta quindi la nuova frontiera dell’omincanalità riempiendo quella fascia di distribuzione che si posiziona tra l’off line e l’on line, superando barriere spazio temporali per raggiungere facilmente anche i consumatori oggi fuori dal raggio di azione del retail e offrendo soluzioni personalizzate alle aspettative. Una grande opportunità non solo per le grandi catene ma anche per gli attori più piccoli che possono contare su tecnologie e servizi di connessioni accessibili.