Media Key

L’arte di Lorenzo Marini reinterpreta Alitalia

Alla luce del fallimento di una delle più importanti aziende italiane Lorenzo Marini crea un’opera grafica che modifica e rivisita il marchio. Il triangolo capovolto ed una lacrima rossa per raccontare storie di sprechi e di anni di bilancio in passivo. Quello di Lorenzo Marini è un saluto ad un marchio storico che ha volato in tutto il pianeta. Un marchio che, per come lo conosciamo noi, è nato nel 1969 a San Francisco dalla mano di Walter Landor.

La “A” di Alitalia è un’icona che ha scritto la storia del nostro paese, che ha portato i colori del nostro paese in tutto il mondo.

Lorenzo Marini, creatore del manifesto per la liberazione delle lettere, non poteva non dedicare una delle sue lettere all’ultimo volo della compagnia aerea, società che ha volato alto, ma che ha anche sofferto molto.

Un’opera grafica dedicata ad una storia iniziata nel dopoguerra, dunque durata ben 75 anni.

Le opere di Lorenzo Marini raccontano la bellezza delle storie.

Nelle sue lettere ritroviamo narrazioni di marchi e aziende ma anche storie di persone. Un’arte che gioca con le lettere, con i segni grafici, con le forme e con i colori. Un’arte che libera le lettere dalla prigionia dei testi, delle frasi, del senso in cui pensiamo debbano necessariamente ritrovarsi.