Media Key

Julbo affida a Stefano Finazzi la responsabilità del mercato italiano

Dalla stagione primavera/estate 2019 Julbo si occupa direttamente del mercato italiano grazie a figure specifiche che opereranno sul nostro territorio.
Tra di loro, entra a far parte della storica famiglia Julbo Stefano Finazzi che si occupa della gestione Sales e Marketing della rete commerciale Italia per il settore sportivo e di potenziare il canale ottico dove l’azienda francese ha in atto una precisa strategia di supporto al cliente nella lavorazione e personalizzazione degli occhiali da vista.
Inoltre, sarà a suo carico anche il coordinamento delle attività di marketing e comunicazione per il brand su tutto il territorio italiano, in particolare verso il mondo sportivo della montagna dove Julbo rappresenta un player di assoluto riferimento con testimonial del valore di Hervé Barmasse (alpinista), Dominik Windisch (biathleta), e Katia Tomatis (scialpinista).

Classe 1979 originario di Brescia ha conseguito nel 2007 la Laurea in “Valorizzazione del Patrimonio Montano”, presso l’Università della Montagna di Edolo (BS) e parte dell’Università Statale di Milano.
In questo suo nuovo ruolo, darà un contributo fondamentale per la crescita del marchio Julbo mettendo a disposizione tutte le capacità acquisite nelle precedenti esperienze in realtà del mondo outdoor come Socrep, dove per oltre cinque anni si è occupato della gestione delle campagne vendite di vari brand per il nord Italia. Nel 2012 il passaggio nel gruppo Oberalp dove ha ricoperto la figura di Sales Manager Dynafit & Pomoca Italia fino al 2017, quando è passato in Dainese in qualità di Export Area Manager – Multisport Division del marchio italiano.

«Sono estremamente soddisfatto e motivato per essere entrato a far parte di una famiglia storica e rinomata come quella di Julbo e metterò tutta la mia esperienza a disposizione del brand per farlo crescere come ha fatto negli ultimi anni – ha commentato Stefano Finazzi – e sono sicuro di poter dare il mio contributo anche grazie alla passione che nutro nei confronti delle discipline outdoor».