Media Key

InspiringPR Award 2022: Amapola sul podio con la campagna Economia circolare e comunità per La Filippa

Anche la storia di una discarica, quando è sostenibile e gentile nel nome e nelle azioni, può essere d’ispirazione. Amapola, l’agenzia di comunicazione specializzata in sostenibilità dal 2009, si è aggiudicata quest’anno l’argento all’InspiringPR Award, il Premio FERPI (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana) alla migliore campagna o azione di relazioni pubbliche dell’anno. Il progetto premiato è la campagna “Economia circolare e comunità” realizzata con la collaborazione creativa di Paroledavendere per La Filippa, discarica modello nel settore della gestione dei rifiuti speciali sita a Cairo Montenotte in provincia di Savona.

La consegna del premio, svoltasi durante l’ottava edizione di InspiringPR, il Festival Nazionale delle Relazioni Pubbliche, si è tenuta sabato 11 giugno presso la Scuola Grande San Giovanni Evangelista a Venezia. L’evento è stato organizzato da FERPI Triveneto. Amapola ha condiviso il podio con Conai – Consorzio Nazionale Imballi (primo posto con il progetto “Ciak, si gira, azione! Riciclare” realizzato da Agenzia Giffoni Innovation Hub in collaborazione con Incoerenze) e con Sisal Spa e Agenzia IMILLE (terzi con la campagna “Gobeyond”).

Il premio è stato consegnato a Sergio Vazzoler, partner Amapola e Giulia Devani, senior account, dal Presidente del Comitato Scientifico di InspiringPR Bruno Mastroianni. “Una campagna che quasi per sfida ha scelto l’oggetto più contestato nel mondo dei rifiuti e non solo, la discarica, e l’ha riprogettato e ripensato, avendo come chiodo fisso il concetto di rinascita. Rinascita del territorio, rinascita della comunità, rinascita dei rifiuti stessi”: questa la motivazione del premio.

Il progetto Economia circolare e comunità, nato come un report di sostenibilità, si è dapprima trasformato in una pubblicazione divulgativa sull’economia circolare per poi assumere la forma di una vera e propria campagna di relazioni pubbliche e advocacy su uno dei nodi irrisolti al centro della transizione ecologica: il complicato rapporto tra produzione di rifiuti, sviluppo impiantistico ed economia circolare. Un percorso che Amapola ha avuto il piacere di accompagnare nell’ideazione e nel coordinamento editoriale del progetto.

«Un riconoscimento che ci rende particolarmente felici» commenta Sergio Vazzoler «perché la campagna riguarda un tema complesso e critico come lo smaltimento dei rifiuti. E perché dietro a Economia circolare e comunità c’è una bellissima storia di coraggio imprenditoriale: quello dei fratelli Vaccari, Carlo e Massimo, che insieme a Federico Poli, Direttore dell’impianto, hanno saputo trasformare il concetto di discarica in un modello di sostenibilità al servizio dell’economia circolare e del territorio».

 “Economia Circolare e Comunità” è un lavoro articolato e collettivo: la penna di diversi autori, tra cui l’autorevole firma di Ermete Realacci, Presidente di Fondazione Symbola, la matita di un grande illustratore come Riccardo Guasco, la creatività di un art director (Cristiana Solinas di Paroledavendere) ma, soprattutto, le voci e i volti di tanti esperti del mondo ecologista insieme a quelli di chi contribuisce ogni giorno a fare di una discarica di rifiuti speciali un vero e proprio manifesto politico per la transizione ecologica.