Media Key

I superpoteri di Girella Motta lasciano il segno a Girella Villa e sbarcano a Milano il 20 marzo in occasione del Girella Day

Nessuno l’avrebbe mai detto, eppure sta per succedere: i fenomeni paranormali che nei giorni scorsi hanno fatto della piccola borgata piemontese di Girella Villa l’epicentro di una bizzarra “Spirale delle Bermude” ora colpiscono anche Milano.
L’allerta alla cittadinanza meneghina è diramata per mercoledì 20 marzo, giorno in cui si prevede il materializzarsi di una strana presenza sotto forma di distributore automatico di Girella nella centralissima Piazza XXV Aprile.
È possibile così che si ripetano le anomalie comportamentali osservate a Girella Villa, con i passanti che acquisiranno dalle Girelle il potere di ottenere qualsiasi cosa dal prossimo; un superpotere limitato nel tempo – 10 secondi appena – sufficiente a creare buffe situazioni inevitabilmente destinate a finire sui profili social Facebook e Instagram di Girella Motta.

Un passo indietro: cos’è successo a Girella Villa?
Come in ogni X-File che si rispetti, il fenomeno che sta per sbarcare a Milano ha avuto origine nel luogo più inaspettato: il minuscolo e remoto borgo di Girella Villa, nel Piemonte occidentale.
Il 15 marzo scorso, come documentano i video-reportage caricati su Girella Fanpage, un misterioso segno a forma di spirale è comparso dal nulla tra i prati e l’erba medica.
La natura dell’agroglifo che evoca Girella Motta non è stata ancora chiarita, ma ben presto si è fatta strada l’ipotesi che la sua comparsa a Girella Villa sia legata al nome della borgata. Facendosi espressione della volontà popolare, il Sindaco di Girella Villa ha perciò deciso di festeggiare il 20 marzo il Girella Day, giornata in cui l’intero paese celebrerà Girella in piazza.
Il primo cittadino, inoltre, ha proclamato Girella Motta quale passe-partout che rende possibile qualsiasi cosa in paese sino al 20 marzo. Da quel momento è scattata una vera e propria “febbre da Girella” che ha cambiato la quotidianità degli abitanti, rendendola diversa e felice.

PanPers e Gordon “osservatori speciali”
Oltre a coinvolgere la popolazione in comportamenti inusuali, l’evento ha richiamato nella piccola località piemontese cronisti e osservatori molto particolari come i noti comici influencer PanPers che seguiranno con contenuti speciali, caricati sui loro canali social e su quelli del brand anche gli incontri ravvicinati di tipo goloso che accadranno a Milano.  

A corollario di Girella Day non potevano certo mancare le IG stories della webstar Gordon.

Girella day: una campagna fuori dagli schemi, punto.
La nuova campagna per Girella Day si muove nel solco della comunicazione scherzosa, ironica e fuori dagli schemi della merendina Motta, rimarcandone l’originalità concettuale e di gusto, ma anche la sua natura di “boccone di felicità” che modifica la realtà in meglio.  
Curata dall’agenzia copiaincolla per la creatività e da PHD Media Italy per la pianificazione, la campagna Girella Day utilizza a piene mani linguaggio e tempi della commedia, della parodia e della candid camera per sovvertire le regole della narrazione di prodotto.
In linea con questo spirito allegramente goliardico è il coinvolgimento del Comune di Giaveno (TO), che non si è limitato a prestare luoghi e ambientazioni per le riprese, ma si è anche “messo in gioco”.

Fatta eccezione per l’attore che interpreta il reporter, infatti, protagonisti e comparse dei video sono autentici abitanti di Giaveno, a cominciare dal Sindaco.

Credits
Agenzia creativa: copiaincolla
Project Manager: Brunella Brindani
Direzione Creativa: Diego Guido
Copywriting: Valeria Civa
Visual Designer: Silvio Rondelli
Casa di Produzione: Olympique
Executive producer: Tommaso Fajdiga
Producer: Silvia Fazio
Regista: Riccardo Digiacomo
Dop: Marco Spanò
Centro media: PHD
Direttore: Paola Aureli
Senior Digital Manager: Matteo Zelger
Senior Communication Manager: Anna Venturini
Communication Planner: Giulia Zanoletti
Communication Planner: Jennifer Ramanzini