Media Key

Grande successo per “Proteggere ad Arte”, annunciati i tre vincitori

Diffondere la cultura della protezione assicurativa tra i Millennials, è con questa mission che cinque mesi fa è partito Proteggere ad Arte, il primo contest dedicato ai giovani con l’obiettivo di accrescere la cultura della protezione.  Un successo che ha conquistato oltre 14 mila utenti - tra artisti e votanti - che hanno partecipato all’iniziativa registrandosi sul sito proteggereadarte.it. Sono state circa 900 le opere caricate sul portale, divise in tre categorie ( Video, Foto e Arti Figurative), facendo registrare oltre 90.000 voti. Sono questi alcuni dei numeri del successo dell’iniziativa che Intesa Sanpaolo Vita ha scelto per raccontare in modo originale e creativo, ai Millennials e non solo, la cultura della protezione assicurativa per valorizzarne la sua importanza. 

“Questa iniziativa ha rappresentato per noi un altro tassello del contributo che vogliamo dare alla diffusione della cultura assicurativa nel nostro Paese, - dichiara  Nicola Fioravanti,Amministratore Delegato di Intesa Sanpaolo Vita e Responsabile della Divisione Insurance di Intesa Sanpaolo, che continua - in particolar modo tra i giovani che devono affrontare il proprio futuro. L’ottima partecipazione riscontrata ci rende orgogliosi e desiderosi di continuare il nostro percorso di sensibilizzazione verso il tema della Protezione.”

Il contest “Proteggere ad Arte” articolato in 3 categorie: video, arti figurative e fotografia, ha potuto contare durante tutto il periodo del supporto creativo e professionale dei tre curator: Lavinia Biancalani (video), giovane imprenditrice, produttrice, amante della moda e dei social media, da oltre 10 anni al fianco di giovani talenti della rete; Alice Pasquini (Arti figurative), street artist, illustratrice e scenografa italiana di fama internazionale, le cui opere sono esposte in tutto il mondo da Sydney a Mosca, da Singapore ad Amsterdam, Londra, Berlino, Roma, Napoli; Guido Taroni (foto) talento della fotografia, figlio d’arte e nipote del grande fotografo italiano Giovanni Gastel. Accanto ai tre curator Proteggere ad Arte ha avuto anche il contributo di Vittorio Brumotti, come ambassador dell’iniziativa.

Dopo aver superato tre fasi di selezione e di voto, i vincitori delle tre categorie sono: 

1.    Alessandro Brombin con il video “Non succede, ma se succede.” in cui ha mostrato in modo ironico e dissacrante i tentativi di “protezione sbagliata” del suo protagonista, sottintendendo l’efficacia autentica che una protezione assicurativa può avere.

2.    Stefano Di Pietro con l'opera d’arte figurativa “L’esperienza” dove l'idea di protezione assicurativa viene trasmessa con un anziano signore che, con un senso di familiarità e fiducia, protegge i “millennials” con tutta la sua esperienza.

3.    Karol Mucerino con la fotografia “La pioggia perfetta” in cui ha espresso il concetto di protezione attraverso la dolcezza e il calore di un tenero abbraccio tra un nonno e sua nipote.

I tre vincitori (uno per categorie) riceveranno fino a 3.000€ in attrezzature professionali; mentre per i 6 creator arrivati ad un soffio dalla vittoria Intesa Sanpaolo Vita ha deciso di assegnare un voucher del valore di 1.000€.

Proteggere ad Arte in questi mesi ha portato tutti i partecipanti nel cuore della cultura della protezione assicurativa, con l’obiettivo di raccontare con un nuovo linguaggio vicino ai più giovani, un tema delicato e importante come quello della protezione. 

Grazie a tutte le opere pervenute, Proteggere ad Arte ha creato consapevolezza tra i Millennials dell'importanza di prendersi cura del proprio futuro per progettare un domani solido e di come la protezione assicurativa li può aiutare a farlo.