06 dicembre 2018

Una giovane donna guida il Fintech italiano

Categoria: Aziende, carriere e indagini di mercato

Dal 1 ottobre 2018, Marta Ghiglioni ha assunto l’incarico di direttore generale di ItaliaFintech, l’associazione creata a febbraio 2018 da ventidue grandi realtà del fintech attive in Italia.  

Milanese, giovanissima (25 anni), Ghiglioni si è formata in ambito giuridico all’Università degli Studi di Milano, in Germania e negli Stati Uniti presso la Singularity University della Silicon Valley, dove ha studiato tecnologie esponenziali per la soluzione di problemi globali.  

Esperta di blockchain, innovazione e intelligenza artificiale, è stata selezionata dalla rivista Digitalic tra le 15 donne più influenti nel settore della Tecnologia, in Italia.

Nel 2016 ha vinto l’HeroX Prize Blockchain Social Impact Challenge con un progetto di Legal Smart Contract e il Global Impact Competititon Italy. L’anno successivo è entrata a far parte dell'investment team del fondo di corporate venture capital UniCredit Anthemis EVO LLP.

Nel suo ruolo di direttore generale, caratterizzato da un’ampia autonomia operativa, Ghiglioni avrà la responsabilità di promuovere la cultura del fintech in Italia e di favorire l’impiego e la conoscenza dei nuovi strumenti della finanza tecnologica a tutti i livelli della società e del tessuto imprenditoriale del nostro paese.

Un obiettivo ambizioso, che occupa un posto di primo piano tra gli scopi statutari dell’associazione e che il nuovo DG intende raggiungere mettendo in campo un denso programma di attività divulgative e di eventi sul territorio, al quale sta lavorando fin dai primi giorni del suo incarico.

«Come direttore generale di ItaliaFintech mi impegnerò costantemente per dimostrare alle persone che la somma di Finanza e Tecnologia può dare come risultato la semplicità» ha detto Marta Ghiglioni qualche giorno fa, parlando del suo nuovo ruolo. «Le piattaforme che oggi sono presenti sul mercato italiano non sono astrusi prototipi sperimentali per addetti ai lavori, ma strumenti affidabili e semplici da utilizzare, che possono rendere più facile e in molti casi anche economicamente più conveniente la gestione delle finanze personali e aziendali alle famiglie e agli imprenditori» ha aggiunto.

Il mandato di Ghiglioni non sarà però limitato al solo ambito culturale, ma comprenderà anche responsabilità di tipo istituzionale. L’associazione infatti, intende qualificarsi come interlocutore competente e rappresentativo di tutto il settore fintech, nei confronti dei regolatori e degli organi di governo sia italiani che europei. Tra i compiti del nuovo direttore generale, dunque, vi sarà anche l’apertura di nuovi canali di dialogo e di confronto costruttivo con i legislatori e con le istituzioni.

«Quando si è trattato di decidere a chi affidare il ruolo di direttore generale della nostra associazione, la scelta è ricaduta su Marta Ghiglioni in modo quasi naturale.» - ha spiegato Ignazio Rocco di Torrepadula, presidente diItaliaFintech - «Il nostro gruppo è costituito da aziende fortemente innovative, che offrono prodotti e servizi ‘disruptive’ in ambito finanziario. Marta è una professionista lontana, anche anagraficamente, dalla finanza tradizionale, ma allo stesso tempo molto preparata, dinamica e concentrata sugli obiettivi. Sintetizza perfettamente lo spirito di ItaliaFintech: competenza e innovazione. Sono sicuro che il suo contributo sarà determinante per lo sviluppo della nostra realtà», ha concluso il presidente dell’associazione.


«  China Awards 2018: premio creatori...  OVS sempre più Omnichannel per...»

GLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE