14 novembre 2017

La celebrity del mondo dei motori Jeremy Clarkson volto della nuova campagna pubblicitaria Emirates

Categoria: Comunicazione, produzione e concorsi

Emirates ha lanciato la sua nuova campagna pubblicitaria dedicata alle nuove suite private di First Class, protagonista della campagna la celebrità televisiva ed esperto di motori Jeremy Clarkson.

Il lancio della campagna segue la scia del lancio globale delle nuove Suite private di First Class Emirates al Dubai Air Show di ieri. Usando l’umorismo di Clarkson con chiari rimandi al mondo dell'automobilismo, la pubblicità inizia con close up e scatti di un sedile in pelle, dettagli di lusso, luci soffuse, un sofisticato schermo piatto e pulsanti di controllo. Nel frattempo, vestito stranamente in un elegante smoking nero, Clarkson racconta le caratteristiche delle cabine in modo da far supporre allo spettatore che si riferisca ad una nuova auto.

Nella battuta finale invece si assiste al decollo del velivolo alle spalle della celebrity che rivela così che il veicolo di cui sta parlando può viaggiare ad a velocità massima di 700 miglia all'ora e "è anche dotato di pigiama" - un servizio che Emirates offre ai passeggeri nella sua First Class. Commentando la suite private della First Class Emirates, Jeremy Clarkson aggiunge: "Scherzi a parte, questi nuovi sedili Emirates sono meglio della metà degli alberghi nei quali io abbia mai soggiornato".

Boutros Boutros, Emirates Divisional Senior Vice President Corporate Communications, Marketing e Brand ha detto: "Jeremy Clarkson è uno dei volti più riconoscibili nel mondo dell’automobilismo. Oltre alle sue credenziali come giornalista automobilistico e presentatore, Clarkson è anche appassionato di ingegneria, soprattutto pionieristica ed innovativa. Abbiamo ritenuto che sarebbe stato uno soggetto perfetto per la nostra campagna, soprattutto perché le nostre nuove suite private in First Class che assicurano una chiusura totale, sono ispirate al design della Mercedes-Benz Classe S, e il prodotto è concepito in un sistema rivoluzionario che innalza ancora una volta il livello di esperienza dei clienti ".

Le Suite private della First Class Emirates sono le prime nel settore a essere completamente chiuse con porte scorrevoli che si estendono fino al soffitto della cabina, garantendo un elevatissimo livello di privacy.

I clienti potranno videochiamare l'equipaggio per richiedere assistenza senza lasciare il comfort delle loro suite, l’equipaggio potrà servire bevande e tartine attraverso una finestrina senza disturbare in alcun modo i clienti. Tutte le suite offrono una vista finestrino, dato che le cabine posizionate nel corridoio centrale sono dotate di finestre virtuali che offrono viste live stream attraverso telecamere esterne.

La suite è dotata tra le altre cose di: uno schermo Full HD da 32 pollici su cui si potrà scegliere tra i 2500 canali di intrattenimento a bordo che offre Emirates; un armadio personale e uno spazio privato di stiva per i bagagli; impostazioni di illuminazione soft e di temperatura che potranno essere personalizzate con il semplice tocco di un pulsante; binocoli per poter godere delle spettacolari viste panoramiche. Il lussuoso sedile in morbida pelle si potrà completamente stendere, è potrà essere messo in posizione “gravità zero" o regolato in decine di altre posizioni pensate per garantire un comfort ottimale e personalizzato.

Le suite private First Class di Emirates, entreranno in servizio commerciale sul nuovo aereo Boeing 777-300ER della compagnia aerea a partire da dicembre. La campagna è visibile dal 13 novembre, inizialmente in otto mercati chiave. Il nuovo spot pubblicitario è stato scritto in-house e girato dal premiato regista Vaughan Arnell dopo la riuscita collaborazione della recente campagna pubblicitaria "World of good times" di Emirates, che ha come colonna sonora l’iconografica canzone “Don't' stop me now” della rock band Queen.

https://www.emirates.com/english/experience/our-fleet/boeing-777/gamechanger/index.aspx


«  Al traguardo della Marcialonga...  I #20annibellissimi di Avon...»

GLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE