14 novembre 2017

Cosa ci ha insegnato il Black Friday 2016: dati alla mano, Mapp Digital presenta 3 consigli per campagne marketing efficaci

Categoria: Comunicazione, produzione e concorsi

Mapp Digital, una delle più grandi aziende internazionali che propone una soluzione integrata di marketing automation e DMP, dopo aver analizzato le statistiche del 2016 sul Black Friday, presenta 3 consigli per gli invii di campagne multicanale.
All’interno dello studio “2017 Retail Holiday Planning Playbook”, la National Retail Federation afferma che il 54% dei consumatori inizia la corsa ai regali di Natale già nel mese di ottobre. Le iniziative dedicate agli sconti che provengono dalla tradizione americana, diventate comuni anche in Italia, non possono più essere ignorate dai brand: Grey Thursday, Black Friday, Cyber Monday, Small Business Saturday sono tutte date che devono rientrare immancabilmente nelle strategie di marketing che vogliono ottenere buoni risultati per Natale.
Le statistiche sono state ottenute da Mapp Digital sulla base degli invii effettuati da oltre 3.000 clienti dell’azienda a livello globale, con i dati estratti direttamente dalla Customer Engagement Platform, e mettono in luce che i brand devono concentrarsi sulla personalizzazione delle comunicazioni di marketing. La strategia vincente è quella che mettere il consumatore al centro grazie a campagne che si servono di strumenti quali e-mail responsive, couponing e segmentazione mirata degli invii.
Infatti, in base alle percentuali europee emerse dalla ricerca, in cui si paragona l’andamento delle campagne marketing ordinarie rispetto a quelle lanciate durante il Black Friday, è possibile rilevare una vera e propria ondata di comunicazioni che annega i consumatori: i risultati mostrano una crescita dei volumi d’invio del 12% anno su anno, arrivando a oltre il 37% per il Black Friday e con riferimento ai dati italiani possiamo parlare di un vero e proprio raddoppio dal 2016 al 206. Dalle promozioni di viaggi alle prenotazioni di ristoranti in offerta, dagli sconti di negozi monomarca alle proposte imperdibili dei portali di e-commerce, i consumatori sono inondati da una serie di comunicazioni per lo più percepite come elementi di fastidio proprio a causa dell’eccesso di messaggi non mirati.
In questo contesto è interessante notare che, nonostante nel 2016 si sia verificato un incremento dei volumi e dei relativi tassi di apertura delle email da parte degli utenti - 2% anno su anno con una crescita dell’8% durante il Black Friday -  le percentuali di clic sono rimaste relativamente statiche nello stesso periodo. In Italia si è verificata un’ulteriore diminuzione delle mail aperte e de click tra 2015 e 2016 durante il Black Friday.
“Mai come in questo caso “less is more” e il marketing dovrebbe farsi portabandiera di questo messaggio preferendo lo sviluppo di strategie personalizzate e incentrate sui clienti” spiega Maurizio Alberti, Country Manager Italy di Mapp Digital. “Per massimizzare l'impatto e il tasso di conversione attorno alle campagne è fondamentale conoscere bene il proprio pubblico di riferimento considerando il customer journey di ciascun utente o di cluster accomunati da esigenze specifiche. La sfida dei brand ruota attorno alla rilevanza dei contenuti, un concetto chiave nell’ecosistema di marketing odierno, che pone l’esperienza del cliente al centro della strategia aziendale”.
Sulla base di queste considerazioni Mapp Digital ha stilato 3 aspetti imprescindibili per le strategie di marketing che consentano a brand di trarre profitto e rafforzare la relazione con i clienti in attesa della corsa agli acquisti di Natale:
 
Focus sui clienti
Per avere successo le campagne di marketing devono essere cliente-centriche: i clienti sono individui distinti fra loro e con interessi differenti che preferiscono determinati prodotti o servizi. Conoscere i propri clienti e capire perché hanno scelto un determinato marchio è un imperativo imprescindibile. Quando si comunica il modo migliore per affermare la reputazione di un brand sta nel rapportarsi in modo mirato e coerente con la propria vision aziendale, rispettando le preferenze del cliente stesso.
 
Strategia multicanale
Oggi chi si occupa di marketing ha il compito importantissimo di raggiungere i clienti attraverso diversi canali sia online che offline, identificando le modalità che preferiscono e indirizzando i propri messaggi di conseguenza. E’ possibile usare strategie multicanale per colpire i clienti sia sui loro smartphone sia nei punti vendita. Per esempio integrando le smart TV presenti sul punto vendita con l’App mobile per modificare in tempo reale ciò che viene visualizzato sullo schermo in funzione del tipo di persone presenti in store, delle loro preferenze, degli acquisti passati, ecc.
 
Sfruttare le applicazioni e le tecnologie di marketing. Sicuramente è importante definire i propri piani sui dati ma questi ultimi devono servire per migliorare l’esperienza del cliente e lo sviluppo di attività relative. Invece di continuare a chiedere la disponibilità dei clienti su sondaggi a posteriori per avere un riscontro su cosa migliorare, sicuramente è meglio lavorare anzitempo su proposte personalizzate. E’ possibile a tal fine utilizzare la tecnologia con applicazioni e piattaforme che consentono di sviluppare contenuti rilevanti, pertinenti e adeguati alle richieste dei clienti. Come? Un esempio possono essere i programmi di benvenuto, le email di carrello abbandonato, le email di riattivazione dei clienti dormienti ecc…
 


«  BOOKCITY MILANO 2017 comincia in...  Triboo Media: primo Publisher...»

GLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE