05 ottobre 2017

Francesca Polti vince il sondaggio ‘Operazione Untouchables’: 13 imprenditori per la guida del Paese

Categoria: Comunicazione online, siti e concorsi web

Francesca Polti, giovane imprenditrice dell’omonima azienda, nota per i celebri prodotti Vaporetto e Vaporella, è la vincitrice, con il 19,6% delle preferenze, del sondaggio ‘Operazione Untouchables’, il contest online lanciato dall’Officina della  Comunicazione Blink per valorizzare le eccellenze italiane e comprendere quale modo di fare impresa piace agli internauti.

In un periodo in cui l’economia è sempre più presente in tutti gli aspetti della nostra vita, Blink, società che si occupa di sviluppare progettualità di comunicazione strategica integrata, ha proposto un esperimento di democrazia partecipata che, per una volta, voleva escludere la politica in senso stretto e, ispirandosi ad alcune delle migliori eccellenze dell’imprenditoria italiana, offrire una chiave di lettura del Paese in un’ottica differente.

La metafora comunicativa in questione ideata da Blink sottintendeva, come spiega Cristiana Giacchetti sua fondatrice, un duplice significato: “da una parte, valorizzare quegli imprenditori che sono esempio dell’eccellenza italiana e, dall’altra, riflettere sul fare impresa, non tanto nel senso di azienda ma di intraprendere un viaggio verso l’ignoto, e su come questa attitudine possa essere una possibile chiave di lettura per ispirare la guida del nostro Paese”.

La domanda del contest giocava sull’ambivalenza della richiesta “chi vorresti alla guida del Paese?”, proprio per evidenziare la capacità di immaginare l’Italia guidata, ma non necessariamente governata, da chi potrebbe ispirarne le azioni.

La costruzione del “gioco” ha richiesto quindi un’attenta selezione degli imprenditori-candidati da parte di Blink. Elementi chiave di valutazione: l’intoccabilità, ovvero l’assenza dei cosiddetti “scheletri nell’armadio”, proprio come per i personaggi del film di Brian De Palma che poi ha dato il nome “operazione untouchables” all’iniziativa; nessuna evidente attinenza con il mondo politico per evitare possibili coup de théatre al termine del sondaggio; la diversificazione dei settori in cui ogni imprenditore ha saputo esprimersi, valorizzando in conseguenza i diversi campi di eccellenza italiana e, in fine, la storia dei candidati che doveva divenire metafora di un’abilità imprenditoriale cui ispirarsi: dall’innovatrice, al contributivo, passando per la sostenibile e il generatore, solo per citarne alcuni.

Seguendo questi criteri sono stati selezionati i 13 untouchables, altrettanti imprenditori che quotidianamente valorizzano la sapienza tipicamente italiana del saper fare impresa, 4 donne e 9 uomini: Allegra Antinori, Marco Boglione, Brunello Cucinelli, Luca Garavoglia, Barbara Labate, Giuseppe Lavazza, Antonio Percassi, Andrea Pezzi, Francesca Polti, Renzo Rosso, Valentina Scotti, Iginio Straffi, Alberto Vacchi.  

Così il 20 settembre Blink ha messo online il sondaggio con i 13 imprenditori, poco democraticamente selezionati ma altrettanto democraticamente votati, che, non al corrente della loro candidatura, hanno dimostrato tutti grande signorilità sportiva nell’apprenderla successivamente. L’intento del sondaggio era quello di riflettere, seguendo una procedura di approfondimento che richiedeva la lettura dei 13 profili, prima di esprimere la propria preferenza. Infatti, prosegue Cristina Vaudagna, main partner di Blink, “sebbene il gioco fosse in antitesi con le dinamiche dei canali social, non volevamo piegare il nostro obiettivo di riflessione alle regole di funzionamento del veicolo, ma piuttosto integrare lo stesso alla strategia, senza avere la smania di raggiungere numeri vertiginosi”.

E al di là delle possibili interpretazioni di supposti comportamenti umani che hanno fatto pendere il “tasto premi e invia” a favore dell’imprenditrice Francesca Polti, rimane proprio il dato. Dal 20 settembre al 4 ottobre sono entrati nel sondaggio, http://blinkismo.com/operazione-untouchable, 6.083 visitatori, per un totale di 958 voti. Hanno quindi espresso la propria preferenza il 15,75% di coloro che hanno visitato il contest. La maggiore affluenza, 62,65%, si è avuta dagli uomini, mentre il target che ha votato con maggiore frequenza è quello nella fascia di età 46-60 con circa il 46%, seguito dai 36/45 anni con il 36%. La vincitrice, Francesca Polti, ha riscosso il maggior gradimento dal target uomini con preferenza in fascia di età 46/60. Sul podio si attestano al secondo posto Giuseppe Lavazza, alla guida dell’omonima azienda, con il 14,5% di voti in prevalenza maschile nella fascia di età 46/60 e al terzo posto l’imprenditore marchigiano Iginio Straffi, che con il 12,4% di preferenze riscuote successo nella fascia di età 36/45.

Per tutti gli altri 10 untouchables, l’Officina della Comunicazione Blink ha deciso invece di assegnare a pari merito la quarta posizione per eguali meriti imprenditoriali, perché, conclude Giacchetti “l’obiettivo del gioco, di questo si trattava, non era stilare una graduatoria di gradimento, ma premiare il valore di un’Italia che ha valore”.


«  È online il nuovo sito di...  Calvin Klein Fragrances annuncia...»

GLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE