20 marzo 2017

Disney e Spotify insieme per vivere La Bella e la Bestia

Categoria: Comunicazione, produzione e concorsi, Tecnologie, app e scenari

Spotify e Disney annunciano una nuova campagna interattiva. Gli utenti di Spotify possono entrare nel castello incantato de La Bella e la Bestia di Disney per godersi tanta musica e contenuti dedicati.

La pubblicità video condurrà gli utenti della versione gratuita di Spotify al castello de La Bella e la Bestia, ma tutti possono visitare la dimora incantata a http://stiaconnoi-spotify.it
 
Quando gli utenti della piattaforma visitano il castello, il loro profilo Spotify viene analizzato per condurli nella stanza del castello che più riflette i loro gusti musicali. Le stanze del castello includono La Stanza della Rosa, La sala da ballo, La Camera di Belle, La Stanza della Bestia, La Sala da Pranzo, La Biblioteca e La Prigione. Ognuna di queste stanze offre una playlist di Spotify fatta su misura accompagnata da bellissime immagini tratte dal film.

Il mini sito de La Bella e la Bestia contiene, inoltre, esclusive interviste “dietro le quinte” con il cast e la crew del film, comprese quelle ai cantanti John Legend e Ariana Grande fatte durante la registrazione della colonna sonora classica de La Bella e la Bestia.   

Marco Bertozzi, VP of Europe, Sales di Spotify, dichiara: “La Bella e la Bestia di Disney è una delle campagne più affascinanti e meravigliosamente sviluppate mai lanciate in partnership con Spotify. Porta gli utenti in un magico viaggio attraverso il castello incantato, collegando la musica ad ogni stanza ed esplorando la colonna sonora del film attraverso ognuna di esse”.  

“Questo tipo di collaborazione unisce il meglio del suono e dell’immagine sulla piattaforma di Spotify per offrire agli amanti della musica e del cinema un’esperienza bellissima e coinvolgente.”

La Bella e la Bestia è uscito in Italia il 16 marzo.

Ascolta in streaming la colonna sonora de La Bella e la Bestia su Spotify.


«  In edicola il nuovo numero di...  Press Play nuovo ufficio stampa...»

GLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE