24 novembre 2015

Tecnovision presenta la rivoluzione digitale della comunicazione sul punto vendita: un palinsesto modificabile in pochi istanti e utenti che possono interagire con i Led tramite lo smartphone

Categoria: Sponsorship, partnership, eventi e award, Tecnologie, app e scenari

Anche Tecnovision, top brand globale nel mercato del digital signage, è tra i protagonisti della 15a edizione del Forum Retail, l’appuntamento annuale ideato e sviluppato da IIR – Istituto internazionale di Ricerca – per comprendere le grandi trasformazioni del settore dovute all’innovazione tecnologica.

Tecnovison, presente al Forum entrambi i giorni con uno stand, domani pomeriggio alle 14.30 sarà protagonista anche di una sessione tematica tenuta da Alessio Abbateianni, co-owner di Tecnovision e founder di FluidNext, dal titolo “La nuova frontiera del digital signage: interazione tra smartphone e display”, nella quale andrà ad analizzare le opportunità offerte oggi dalle innovative piattaforme di digital advertising e social activation.

Tecnovision, infatti, negli anni ha unito la propria esperienza trentennale nel settore dei grandi impianti LED – è fornitore di numerose eccellenze in ambito retail tra cui Armani, Coin, OVS, Mondadori, Brian&Barry, Kiko,  Sephora, Fineco – a un costante lavoro di ricerca e innovazione finalizzato a digitalizzare la gestione stessa dei contenuti con soluzioni tecnologiche che fungono da veri e propri anelli di congiunzione tra il punto vendita fisico e la dimensione digitale dello store, ovvero quella dell’e-commerce.

“Il video riesce a trasmettere un’emozione unica, soprattutto grazie agli schermi di ultima generazione – commenta Alessio Abbateianni – lo step successivo che presentiamo verte sul valore aggiunto della dinamicità e abilità nell’aggiornare i contenuti sfruttando a fondo il supporto del video. Per fare questo noi abbiamo creato una tecnologia che si chiama FluidNext Retail”.
Le grandi superfici Led, infatti, possono non essere più un semplice palinsesto di messaggi riprodotti in sequenza ma, grazie a FluidNext Retail, la piattaforma che evolve il tradizionale concetto di digital signage dalla sola trasmissione di contenuti ad un'esperienza omnicanale tra cliente e brand, vengono trasformati in un vero e proprio browser html5.
Oggi, il punto vendita può dunque adeguare la propria comunicazione in tempo reale al target di utenti presente in quel momento nel punto vendita, o a fattori che richiedano di veicolare messaggi differenti a seconda del momento. Una gestione semplice e immediata per la quale basta un semplice tablet sul quale il punto vendita può trovare le creatività preparate per le differenti esigenze dello store.

Alessio Abbateianni spiega: “Nel corso della giornata o della settimana le esigenze di quasi tutti i punti vendita cambiano. Il target di utenti che visita lo store nelle prime ore dell’apertura la mattina è sempre molto diverso dal target che entrerà nel tardo pomeriggio; i grandi gruppi di acquirenti di nazionalità diversa e magari alto spendenti o le diverse condizioni metereologiche fanno si che nel punto vendita i messaggi, per essere efficienti, non possano essere sempre gli stessi, per questo abbiamo cercato di utilizzare tutto il nostro know-how per rispondere alle nuove e crescenti esigenze del mondo retail”.

Le innovazioni tecnologiche di Tecnovision e FluidNext Retail vanno ancora oltre coinvolgono anche attivamente gli utenti dando loro la possibilità di interagire direttamente con le superici Led e quindi con i messaggi lì riportati tramite il proprio smartphone, ad esempio l’utente che osserva un prodotto sullo schermo può scegliere con il proprio device di vederlo di un differente colore o modello.

Presso lo stand di Tecnovision, sarà possibile visionare quattro esempi di applicazione pratica delle tecnologie descritte: il case study di Giorgio Armani, che ha affidato a Tecnovision la realizzazione e l'implementazione di decine di schermi led su misura da destinarsi ai più importanti flagship store europei; OVS che con Tecnovsion ha realizzato una stupenda installazione sul nuovo building di Corso Buenos Aires a Milano – uno schermo passo 5.9 outdoor caratterizzato da uno spigolo vivo con continuità dell'immagine. Seguono, inoltre, l’esempio del punto vendita Coin di Piazza V Giornate a Milano che ha prodotto sulla facciata del departement store un wall di 150 mq con un altissimo indice di visibilità e con una gestione da remoto dei contenuti, della  regolazione della luminosità e della ottimizzazione delle immagini. Infine, il caso Brian & Berry che ha puntato su una comunicazione non solo efficace ma anche spettacolare lungo le diciassette vetrine continuative che si affacciano su due delle vie più centrali di Milano. Una vera e propria digital domination, in grado di coinvolgere e catturare l’attenzione di tutti i passanti.

Nel commentare questi case Alessio Abbateianni afferma – “Siamo partiti prima degli altri e adesso contiamo su un reparto di sviluppo unico in Italia composto da oltre 50 professionisti con competenze multi disciplinari e complementari che ogni giorno lavorano con l’obiettivo di rivoluzionare il mercato del digital signage e di ridisegnare il concetto di contextual experience”.


«  On the road con Sixt: online il...  Plan.Net vince la gara e diventa...»

GLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE