15 luglio 2015

Hearst Magazines Italia presenta "Gioia, l'evoluzione di un femminile autentico" e lancia il nuovo Gioia.it

Categoria: Comunicazione online, siti e concorsi web

Hearst Magazines Italia rafforza l’offerta digital e presenta il nuovo Gioia.it. Il website, nella sua nuova veste è online da inizio luglio e oggi, nell'ambito della presentazione "Gioia! Evoluzione di un femminile autentico", ne sono stati svelati i dettagli principali dalla direttrice Maria Elena Violae da Biagio Stasi, Chief Digital Officer di Hearst Magazines Italia. Nel corso della presentazione Enrico Torboli, publisher di Gioia! e di Cosmopolitan, ha illustrato gli elementi principali emersi dalla ricerca GFK Eurisko. “I focus Group 2015 conferiscono a Gioia un’identità definitivamente evoluta e centrata su moda e beauty – sottolinea Enrico Torboli – .

A distanza di due anni dalla sua rifondazione, il settimanale diretto da Maria Elena Viola rafforza ulteriormente il suo legame con le lettrici frutto di un patto settimanale basato sul mix di moda, impegno e leggerezza, rivolto quindi a una femminilità trasversale per età”.
 
Dopo il lancio della piattaforma social del 2013, va ora online un nuovo sito con un taglio editoriale arricchito e che va ad ampliare e far crescere la declinazione digital del magazine femminile.

“A live.gioia.it, community user-generated, si affianca il nuovo Gioia.it, con un’area content più ricca e autorevole curata dalla redazione, per un prodotto digitale ancora più completo – spiega il direttore Maria Elena Viola – Gioia.it intercetta passioni, gusti, bisogni ed emozioni delle donne, che sono tante cose insieme. Impegno e leggerezza allo stesso tempo’’.
 
Oltre al logo nuovo che dialoga con il magazine cartaceo e alla redazione totalmente integrata, ecco le principali novità del sito:

• una nuova grafica, fresca e leggera in continuità con il magazine;

• il menu, sempre visibile durante la navigazione, che guida l’utente come una bussola in tutto il sito e chepresenta un’anteprima delle notizie fresche appena pubblicate;

• le Grandi Firme (giornalisti del magazine ma anche nuove webstar), contrassegnate dall’immaginedell’autore e messe in evidenza in un’area dedicata;

• l’articolo, usato in diverse declinazioni: da una parte l’attenzione a coprire velocemente notizie calde e opinioni raccolte in rete, dall’altra l’articolo immersivo adatto per le inchieste e per le Grandi Storie di Gioia!;

• la gallery, dove le didascalie raccontano tutto;

• i video per far vivere i servizi moda del giornale e dare una dimensione live ai contenuti fashion, beauty e fitness più amati sul web;

• quiz e test, per rendere sempre più virali i contenuti del sito;

• gli Hypertags, una selezione speciale di contenuti immediatamente raggiungibili da un’icona posizionatasulla barra del menu del sito.
 
L’innovazione si riflette anche sul fronte delle soluzioni pubblicitarie.” L’offerta – commenta Biagio Stasi- comprende, accanto alle tradizionali formule di display advertising quali Skin e formati standard Iab, una forma evoluta di Native Advertising. Un nuovo approccio di comunicazione dove i valori dei brand sono raccontanti dalla redazione con logica di story telling e di integrazione grafica e di percorso di lettura. Gli inserzionisti potranno partecipare attivamente grazie a una tipologia di profilo appositamente concepita per le loro esigenze e soprattutto per i loro branded content”.

In particolare l’investitore interagisce all’interno della community live.gioia.it e crea delle Native Stories in forma di post. I post sulla community si integrano con una visibilità speciale sul nuovo Gioia.it: gli ultimi 4 post restano sempre visibili a rotazione su tutte le pagine del sito in aree speciali dedicate.

In più per gli inserzionisti sarà possibile anche creare un tag ad hoc che arricchisce il sottomenu di navigazione di Gioia.it dedicato proprio agli Hypertags. Tutti i contenuti native creati per l’investitore vengono identificati dal tag scelto e risultano quindi sempre raggiungibili dal sottomenu di Gioia.it, insieme agli altri contenuti della redazione marchiati con la stessa keyword.


«  Enel Green Power ed Enap avviano...  Zucchetti ottiene la...»

GLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE