28 aprile 2015

I produttori nazionali di carne di 'Coniglio Italiano' affidano a PubliOne lo studio del loro marchio di qualità

Categoria: Aziende, carriere e mercati, Comunicazione, produzione e concorsi

Lo scorso 25 luglio 2014, a Verona, si è tenuto il primo meeting ufficiale di un qualificato gruppo di aziende nazionali, impegnate nella produzione di carne di coniglio italiano.

All’incontro hanno partecipato imprenditori ed esperti in rappresentanza dell’intera filiera agroalimentare coinvolta nella produzione di carne di coniglio italiano: mangimisti, scienziati impegnati nella selezione genetica delle razze, allevatori, macellatori e responsabili di aziende alimentari responsabili della lavorazione della carne (ai differenti livelli: dal semplice taglio alle elaborazioni di specialità “pronte da cuocere”).

Obiettivo dell’incontro é stato quello di tracciare un percorso comune per rendere più frequente e consapevole il consumo di questo alimento conveniente e ricco di valori nutrizionali, specie se garantito, nel corso della citata filiera, da un rigido disciplinare sottoscritto dagli aderenti a una riconosciuta forma associativa (consorzio o altra forma giuridica), sottoscritto da operatori italiani, riuniti a difesa del consumatore, informato dei valori di qualità e di sicurezza di un marchio di garanzia, che ne certifichi la tracciabilità all’interno dei confini nazionali.

All’agenzia di comunicazione integrata PubliOne, già attivata questa estate nelle prime forme di comunicazione di questo gruppo di promotori, che hanno concentrato i loro investimenti su Radio Rai, é stato affidato anche l’incarico di studiare il marchio della nascente iniziativa associativa e di coordinare le attività di marketing operative del prossimo futuro, nel quale é prevista anche una significativa presenza del marchio e dei suoi valori all’ormai imminente Expo Milano 2015.

Attualmente la carne di coniglio, alimento sano e ricco di valori nutrizionali, si pone, in Italia, con i suoi circa 4 chili di consumo pro-capite all’anno, al quarto posto tra le carni consumate, dopo quelle bovine, suine e avicole e prima di quelle ovicaprine.

La carne di coniglio ha una grande tradizione nel nostro Paese. Da sempre, infatti, ha arricchito le ricette della cucina italiana e non c’è regione della penisola che non abbia tra le sue specialità un piatto a base di carne di coniglio.

L’agenzia ha così studiato e realizzato il nuovo logo partendo da un segno moderno, una sorta di firma dinamica, vero e proprio “sigillo di qualità”, che sembra tracciata con un pennello per racchiudere e proteggere, come sotto un ombrello, i prodotti delle aziende volontariamente riunite a garanzia del Coniglio Italiano. Un segno ad ampio respiro che vuole comunicare l’idea di una volontà di espansione nel futuro.

I colori, naturalmente, sono quelli della bella bandiera italiana: bianco, rosso e verde. Un particolare ovvio ma non scontato, che servirà a mettere in evidenza con immediatezza che il plus del prodotto sta proprio nel fatto che la carne è di coniglio nato, allevato e distribuito in Italia.

Per informazioni sul Coniglio Italiano, il suo sigillo di garanzia e i suoi programmi: www.coniglioitaliano.it


«  EuroNetMedia.org sbarca nel...  Fiorucci partecipa a TuttoFood»

GLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE